Una vita di successi: al Sistina un premio ad Enrico Montesano

 

_

Una vita di successi: dovunque abbia partecipato, Enrico Montesano – 72 anni e 7 mesi portati con la verve di un ragazzino – ha lasciato il segno.
Un grande del teatro, del cinema, della comicità “made in Italy”, figlio di gente di spettacolo, “romano de Roma”, appassionato cultore della vita, perfino sceneggiatore, conduttore tv e regista, umile e grandioso nella sua semplicità.
Al Teatro Sistina, il 5 febbraio, riceverà un tributo alla carriera: un “Premio Orgoglio Italiano” che non poteva trovare miglior protagonista.
La sua era una famiglia di teatro. Lo avviò alle tavole del palcoscenico la nonna, ma anche bisnonno e trisnonno erano attori e finanche nonno Enrico, che fu direttore d’orchestra.
Lui, Enrico junior, comprese la “fatica dell’arte” nelle centinaia di serate trascorse nei cabaret della Capitale, primo fra tutti il “Puff”, il più noto. Aveva talento da vendere, e non era affatto peregrino immaginare che avrebbe presto scalato il mondo dorato dello “show business”.
Debuttò in teatro nel 1966, al Goldoni, una piccola struttura, dove recitò in “Humor Nero” come comico e imitatore. E presto in tv, nel 1968, dove con Castellano e Pipolo approdò a “Che domenica amici”, il varietà condotto da Raffaele Pisu. In contemporanea divenne protagonista della stagione teatrale de “Il Bagaglino”, in coppia fissa con l’indimenticabile Gabriella Ferri.
Gli anni Settanta furono quelli dell’inesorabile “escalation” verso successi e conferme. In tv con “Canzonissima” e “Teatro 10”, dove si esibì da imitatore e cabarettista, sotto la conduzione di Mina e Corrado. Poi, sempre con la Ferri, in “Dove sta Zazà” e “Mazzabubù”.
Nel 1977 gli arrivò il primo riconoscimento: la “Rosa d’oro” al Festival di Montreaux per il varietà “Quantunque io”.
Grande interprete del musical “Rugantino” in teatro e in tv, si meritò il “David di Donatello” nel 1978.
Lo stesso David che gli venne conferito ancora, nel 1980, per i successi cinematografici. Da regista esordiente, diresse e interpretò il film “A me mi piace”, che gli portò anche il “Nastro d’argento”.


E sempre sul grande schermo, approdò con “Il Conte Tacchia”, un capolavoro, che in queste settimane interpreta nuovamente sul palcoscenico del Teatro Sistina. Al cinema confermò il successo con pellicole popolari ma intramontabili: “I due carabinieri”, “Grandi magazzini”, e quindi le interpretazioni comiche nella “commedia sexy” all’italiana, un genere leggero ma popolare.
In tv condusse, nel 1980, “Fantastico” con Anna Oxa, l’edizione di maggior ascolto di quella stagione e delle successive.
Un trionfo dietro l’altro. Si dedicò perfino alla politica. Fu consigliere comunale a Roma nel 1993 e Deputato Europeo nel 1994.
Il resto è storia di quest’ultimo, inarrestabile ventennio di successi: teatro e tv, dai serial alle trasmissioni musicali, dal cinema ai musical più popolari.
E’ un talentuoso scrittore e un vegano convinto, che porta nel bagaglio di un’antica saggezza anche la ricetta del vivere sano.
Un “mostro sacro” dello spettacolo, insomma, cui dedicare un tributo speciale al “Premio Orgoglio Italiano”.


Cerca tra le news

Richiesta informazioni

PREMIO ORGOGLIO ITALIANO 2018PREMIO ORGOGLIO ITALIANOASSOCIAZIONE PROGETTO ITALIA

L'evento del 5 febbraio al Teatro Sistina di Roma

Al via il Premio Orgoglio Italiano 2018, brand dell'Associazione Progetto Italia

 

 

Il 5 febbraio prossimo al Teatro Sistina di Roma

Cultura e Business, al via il Premio Orgoglio Italiano

 

 

Più letti

Domenica, 14 Gennaio 2018
IL TENORE DANIELE ZANFARDINO
Lunedì, 15 Gennaio 2018
CUORE DIGITALE
Mercoledì, 17 Gennaio 2018
FONDAZIONE BIAGIO AGNES
Lunedì, 15 Gennaio 2018
SQUADRA CREDIT
Martedì, 16 Gennaio 2018
SOS VILLAGGI DEI BAMBINI

Ultime news

Giovedì, 08 Febbraio 2018
IL SISTINA OSPITA L'ECCELLENZA ITALIANA
Mercoledì, 17 Gennaio 2018
UN PREMIO A MASSIMO RANIERI
Mercoledì, 17 Gennaio 2018
FONDAZIONE BIAGIO AGNES
Mercoledì, 17 Gennaio 2018
TAKE OFF START UP FARM
Mercoledì, 17 Gennaio 2018
UN PREMIO A LUCIANO PONZI
 
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.